Perchè acquistare un pitone reale?…

 

Ho sempre amato i serpenti….i motivi sono tanti!

Innanzitutto…..essi strisciano! Non volano,non saltano,non corrono…ma semplicemente strisciano….e tutto questo li rende assai meno imprevedibili 😉

Inoltre : non abbaiano (al minimo rumore) , non miagolano (alle 6 del mattino, o la sera a cena….o nel mezzo 😀 ), non cinguettano nè pigolano (tutto il beneamato giorno)….se ne stanno in silenzio, belli pacati nella teca…..e offrono comunque spettacoli unici (è bello osservare un serpente mentre compie una muta, oppure mentre si nutre…tanto per fare degli esempi).

Scherzo eh!!! Amo tutti gli animali! La mia non è una casa…ma un vero e proprio Zoo! Possiedo un criceto , 2 calopsiti , una gatta di 13 anni e appunto loro…….i miei due pitoni reali, orgoglio dell’intero giardino zoologico…Gli animali dovrebbero stare nel proprio habitat…vero! Ma quali habitat? Stiamo distruggendo tutto….poi c’è da dire che in natura soltanto il 5% dei pitoncini arriva all’età adulta 🙁

Dovrebbero vivere nei loro habitat!!……..si ma quali habitat?

I serpenti sono animali erroneamente temuti e osteggiati dai più….magari addirittura denigrati per colpa di una mela, tanto tanto tempo fa…. Ma in tempi più recenti, quando la peste del 1348 ( propagata anche grazie ai roditori e alle loro pulci ) decimò letteralmente la popolazione europea, chi dovremmo ringraziare,oltre ai gatti ?!?!? 😀

Ora….è vero!! Si cibano di topi e ratti! Vivi, congelati, pre-killed ( poi approfondiremo ) ….spiace pure a me vi giuro!!…. qualche animalista ortodosso storcerà sicuramente la bocca a leggere ciò, mentre nella sua cucina il gattino di casa si abbuffa con scatolette di pollo, pesce o anatra… Addirittura ho provato a renderli vegani..ma non apprezzano molto zucchine e spinaci….e i veterinari cui mi sono rivolto mi hanno vivamente sconsigliato un’alimentazione vegetariana forzata (sto scherzando ovviamente 😀 )

Ma parliamo più specificatamente dei pitoni reali : la loro livrea è assolutamente spettacolare….ci sono morph ( colorazione di pelle ) bellissime , anche se a me piacciono gli ancestrali , quelli classici che si potrebbero trovare in natura . Fondo bruno-nero con quel magnifico color oro : per me è uno degli animali più belli in assoluto .

Vi ricordo poi che i pitoni reali sono del tutto innocui..non sono velenosi!!..molto mansueti, difficilmente attaccano e il morso è indolore ( o comunque il dolore non supera quello di un morso inferto da un cane di piccola taglia ) . Il più delle volte neanche mordono : sferrano l’attacco (perchè impauriti) ma a malapena ti sfiorano. Per loro siete giganti!! Inoltre sanno che il loro morso non è assolutamente letale (al contrario dei serpenti velenosi) ……con le prede impiegano del tempo per “prendere le misure” (e parliamo di topolini e ratti), e quindi per convincersi che sono adatte a loro. Il morso inferto alla preda è sicuramente più vigoroso di un attacco alla vostra “manona”, quindi tranquilli 🙂

Mia figlia mentre fa il bagnetto con Nagini

Il problema potrebbe presentarsi se confondono la vostra “manona” (o forse meglio dire i vostri “ditini”) per una preda ….ma ripeto, anche fosse, il dolore sarebbe comunque minimo. Anzi! I rischi ci sarebbero per il vostro animaletto : se tirate via la mano, potrebbe subire ferite alla bocca, che se non curate potrebbero portare ad infezioni….in pratica, se attacca non spostatevi 😀

La cosa migliore è usare sempre guanti di cotone (abbastanza “prensili”…non importano i guantoni da giardinaggio come ho letto da qualche parte….non state maneggiando mamba!!) e un paio di pinze per sventolargli il topo morto (con la tattica della “danza del topo“, che spero presto di presentarvi su questi schermi).

Capitolo tempo : non sono animali molto impegnativi….una volta che si usano le giuste accortezze, non ne richiedono molto…Pulizia della teca : mezz’ora a settimana….con la sterilizzazione a vapore diventano 3 ore totali ogni mese….poi c’è il nutrimento : mezz’ora in tutto a settimana o ogni 10 giorni….Tanto per farvi un esempio : sono stato in ferie 2 settimane, lasciandoli completamente soli ( non ho trovato nessuno che cambiasse l’acqua grrrrr) : sono tornato e avevano la ciotola dell’acqua completamente vuota……ho fatto ad entrambi subito un bel bagnetto, e il giorno dopo (meglio farli riprendere qualche ora dopo lo stress della ciotola vuota) hanno beatamente mangiato….sono animali tosti i pitoni reali, e se ben trattati potrebbero durare anche mesi di inedia e siccità. Una volta a settimana mi piace fargli il bagnetto (in genere il quarto giorno dopo il pasto….con acqua tiepida-calduccina, nel senso tiepida ma leggermente orientata verso il caldo piuttosto che verso il freddo) …..quindi li peso e li rimetto felicemente nella teca….Non è una cosa necessaria, ma è utile per familiarizzare e non richiede molto tempo.

Con altri animali, è più difficile dire “Ciao,ci vediamo tra 2 settimane”……tuttavia ovviamente : il pitone reale non è certo un animale adatto per chi c’è un mese si e uno no!! ma dubito trovarne qualcuno “adatto”, in questo caso 😀

Ma adesso consentitemi di presentarVi la mia pikkkola Nagini…il mio primo pitone reale…e Benjo, il maschietto

In molti siti BABBANI (lo dico scherzando…ho imparato molto altrove) leggerete che i pitoni reali non sono adatti per chi adora vedere serpenti passeggiare nella teca….

Ecco una piccola raccolta di foto del mio baby Benjo…mentre passeggia nella teca

Torna alla HomePage

Visitate Diagon Alley

Lascia un commento