Il Pitone Reale…un amico a sangue freddo

 

Il Pitone Reale, noto anche come “Pitone Palla” (per la caratteristica forma che assume quando è impaurito o disturbato) è un serpente appartenente alla famiglia dei Pitonidi, originario dell’Africa occidentale (quindi le zone del Benin, Cameroon, Repubblica dell’Africa centrale, Congo, Democratica Repubblica della Costa D’avorio, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea-Bissau, Liberia, Mali, Niger, Nigeria, Senegal, Sierra Leone, South Sudan, Togo ed Uganda). Si dice che la Regina Cleopatra ne portasse uno come braccialetto ( per questo viene chiamato pitone Reale).

È un rettile dalle modeste dimensioni che supera difficilmente i 150 cm di lunghezza con un peso superiore al kg per i maschi adulti e di circa 2 kg per le femmine adulte.

Possiede un colorito brunastro con macchie e striature nere che gli donano una livrea particolarmente piacevole alla vista, inoltre ha una testa dalla peculiare forma detta a cuore che lo contraddistingue rispetto soprattutto ai boidi.

È un animale estremamente docile e timido: infatti, in cattività, passa la maggior parte del suo tempo nella tana e, se preso in mano, assume la tipica posizione “a palla”, che non deve essere assolutamente forzata, per evitare danni alle costole.

È un ofide molto longevo che vive in condizioni ottimali anche 20/30 anni. Raggiunge la maturità per l’accoppiamento intorno all’anno di vita per i maschi e 3 anni per le femmine, è oviparo, la femmina depone in media 6/7 uova, con un minimo di 1 fino ad un massimo di 12, covandole per circa 60 giorni fino alla schiusa generando calore con movimenti muscolari.

Si nutre prevalentemente di mammiferi appartenenti alla microfauna africana (gerbilli) che uccide per costrizione, talvolta anche di piccoli volatili essendo un animale semi-arboricolo, soprattutto nella sua fase giovanile (anche se passa la maggior parte della vita nascosto in tane scavate nel terreno da altri animali e successivamente abbandonate….o magari derattizzate dallo stesso ).

Il carattere timido, difficilmente aggressivo, le modeste dimensioni e le migliaia differenti variazioni genotipiche (dette comunemente Morph) lo rendono un rettile particolarmente indicato per l’allevamento da parte degli amatori, anche se non è consigliato maneggiarli per lungo tempo in quanto risultano essere facilmente stressabili. Questo potrebbe portare anche a prolungati digiuni.

Può saltare dei pasti (ma non c’è da allarmarsi) nel periodo antecedente alla muta (ecdisi) o nella fase di adattamento alle nuove condizioni di vita se parliamo di un individuo in cattività; talvolta da novembre a marzo smette volontariamente di nutrirsi senza che ciò rechi danno alla sua salute.

Il pitone reale, così come tutti i serpenti, è un animale eccezionale!!

Uno studio pubblicato da The Royal Society a marzo 2016 ha calcolato, per esempio, che la velocità media di attacco del serpente a sonagli è di 2,95 metri al secondo. Ciò significa che questo serpente impiega meno di un secondo per raggiungere una preda che si trova a meno di 3 metri di distanza!

Se paragonata alla velocità di movimento dell’uomo, quella del serpente quindi non lascia scampo: uno dei nostri movimenti più rapidi, che è il meccanismo automatico di apertura e chiusura delle palpebre quando battiamo le ciglia, richiede circa 220 millisecondimentre il serpente per attaccare ne impiega tra i 44 e i 70! Per questo molto spesso le prede rimangono vittime di questi velocissimi rettili prima ancora di rendersi conto di essere in pericolo!

Secondo gli scienziati che hanno effettuato questo studio, la maggior parte delle 3500 specie di serpenti esistenti ha questa capacità di accelerazione fulminea, che sarebbe dovuta sia alla quantità di muscoli presenti nel loro corpo (ne hanno tra i 10 mila e i 15 mila, mentre nel corpo umano ce ne sono tra i 700 e gli 800), sia alla forza che riescono a scatenare nel momento dell’attacco, che può raggiungere i 30G: circa 30 volte superiore alla forza di gravità!

Beneeeeee…..questo lo sapevamo già…ma perchè questo Blog??

Semplice : dare qualche spunto pratico a chi già li possiede, e magari a tutti coloro che hanno intenzione di acquistare un pitone reale….l’ho aperto solo per divertimento, e per condividere la mia passione con gli altri…..esperti e non!

Tutti i consigli sono benvenuti, naturalmente!

Mi presento : sono Lord Voldemort e possiedo 2 pitoni reali ancestrali…Nagini (F) e Benjo (M) ……ma chiamatemi pure Signore Oscuro o DarkLord…come preferite 😀

In questo blog affronteremo tutti i temi possibili che possono riguardare i pitoni reali : stabulazione, nutrimento , muta , accoppiamento , cura e adattamento, pulizia del terrario!

Perchè acquistare un pitone reale??…..leggete qui

 

Torna alla HomePage

Visitate Diagon Alley

Lascia un commento